Pages Menu
Categories Menu

Pubblicato il 6 Lug 2011 in Diocesi, Notizie della diocesi

La Parola di Dio cresce con chi la legge

ritirospirituale200È diventato un appuntamento quasi intoccabile, un buon status quo: ogni anno, la prima settimana di luglio, i sacerdoti cattolici di tutti i riti si incontrano per il loro ritiro annuale. Si tratta di una splendida tradizione, che si rinnova dal 1993 quando, come frutto dello spirito del sinodo pastorale locale, i vescovi e i sacerdoti hanno avvertito il bisogno di vivere insieme alcune iniziative per rafforzare la comunione ecclesiale.

Il ritiro si fa alla Domum Galilae del Cammino Neo Catecumenale a Corazin, dal 4 all’8 luglio. Vi partecipano il Patriarca Fouad Twal, i vescovi  Elias Shacour, Paul Sayyah, G-Boulos Marcuzzo, Kamal Bathish e 45 sacerdoti di tutte le comunità cattoliche di Isaraele e Palestina. Tutti si sono dispiaciuti dell’assenza dei vescovi e dei sacrdoti giordani. Il programa è stato preparato dal segretario della AOCTS, P. Pietro Felet, SCJ, e dal consiglio presbiterale comune, guidato dal suo segretario, Don Bassam Deir, sacerdote latino di Shefaamer.

Il padre Najib Ibrahim, OFM, parla della «lectio divina».

Dopo la pubblicazione dell’esortazione Apostolica Verbum Domini e la proclamazione, nella Chiesa locale della Terra Santa, dell’«Anno della Parola di Dio», il tema migliore per il ritiro di quest’anno non poteva che essere la «La lectio divina per il sacerdote, qui e ora».

Il padre Najib Ibrahim, OFM, esperto in Sacra Scrittura, è stato invitato come oratore principale, assistito dagli altri biblisti Peter Madros, David Neuhaus e don Francesco Voltaggio.

Ovviamente, il programa include i momenti tradizionali di preghiera e della liturgia: la Santa messa, l’adorazione, il rosario, la lettura, meditazione e il sacramento della penitenza.

In ogni giorno vi sono tre attività:

– Nella mattina: la conferenza. In essa si espone il tema del ritiro che si basa sempre nella idea centrale dell’Esortazione Apostolica Verbum Domini: la lectio divina (LD) nella Bibbia; la LD nella vita della Chiesa, la LD nella vita del sacerdote, la LD nel ministero del sacerdote, la LD nella vocazione.

– dopo il pranzo: visita ad un luogo santo vicino (Monte delle Beatitudini, Cafarnao, Tabgha, Tiberiade, Lago di Genezaret e di Galilea). Divisi in piccoli gruppi, i sacerdoti hanno potuto sperimentare, in situ, la forma partica della lectio divina.

– nel pomeriggio. Condivisione. Tutti  si riuniscono per uno scambio fraterno sulle esperienza e sulle opinioni riguardo alcuni aspetti pastorali e pratici della propia vita. Questo sistema, molto apprezzato, verte sui seguenti temi. Quando mi sento un sacerdote felice? Cosa significa esattemente che il sacerdote «è un uomo mangiato?» Cosa significa in pratica, per un sacerdote dell’oriente, «l’autorità è  un servicio»? Quando ho l’impressione di avere predicato bene o male?

Potremmo riassumere il significato profondo di questo ritiro con la classica affermazione dei Padri della Chiesa, frequentemente citata dal conferenziere «La Parola di Dio cresce in chi la legge»

Album Picasa (25 photos)