Pages Menu
Categories Menu

Pubblicato il 16 Ott 2012 in Chiesa, Patriarca, Sinodo

Mons. Twal : pellegrinare in Terra Santa “per ravvivare la nostra fede”

Mons. Twal : pellegrinare in Terra Santa “per ravvivare la nostra fede”

ROMA – “Il pellegrinaggio ai Luoghi Santi, e alle ‘pietre vive’ è un mezzo eccellente per ravvivare la nostra fede” ha dichiarato mercoledì 13 ottobre 2012 il Patriarca Latino di Gerusalemme, S.B. Mons. Fouad Twal. Questo intervento  è stato fatto durante i lavori del Sinodo “La nuova evangelizzazione per la trasmissione della fede cristiana”.

Queste parole sono state pronunciate di fronte a Papa Benedetto XVI e ad un’assemblea di 241 Padri sinodali riuniti per la loro nona Congregazione Generale del Sinodo dei Vescovi che si sta svolgendo in Vaticano fino al 28 ottobre.

In quest’occasione il Patriarca, che è anche Presidente della Conferenza dei Vescovi Latini delle Regioni Arabe (Celra), ha dichiarato che il pellegrinaggio permette di conoscere meglio “il contesto culturale, storico e geografico dove sono nati i misteri in cui crediamo”.

Ciò vuol dire tutto l’interesse per i pellegrinaggi in questo anno della fede, aperto l’11 ottobre nel contesto della “Nuova evangelizzazione”.

Un cammino di fede

Il Patriarca ne è convinto: per essere efficace il nostro cammino di fede deve ripartire da Gerusalemme, ossia “dalla prima comunità cristiana ancorata sulla persona di Cristo”.

In effetti i cristiani di Terra Santa non sono forse allo stesso tempo i discendenti della prima comunità cristiana e dei nostri padri nella fede?

Inoltre,  ha insistito S.B. Mons. Twal, i fedeli di Terra Santa hanno “bisogno” della “visita” degli altri cristiani sia a livello materiale che spirituale.

Infatti il cammino dei pellegrini sui passi di Cristo è sempre vissuto come un conforto per le comunità locali “minoritarie in mezzo a credenti diversi”, spesso “introverse e paurose”…soprattutto dopo le recenti aggressioni di cui sono state le vittime.

La vera fede aiuta a sentirci più figli di Dio e dunque più fratelli verso gli altri, anche a costo della croce e del sangue” ha concluso il Patriarca invitando ciascuno a fare il suo pellegrinaggio qui.

Laurent Charnin