Pages Menu
Categories Menu

Pubblicato il 29 Mag 2015 in Progetti, Slide

Dei rifugiati cristiani iracheni visitano Jerash

Dei rifugiati cristiani iracheni visitano Jerash

JERASH – La Giordania ha accolto numerosi cristiani fuggiti dall’Iraq a causa dell’Isis. Un centinaio di persone, tra cui trentacinque bambini, hanno perso tutto tranne la speranza. Il Patriarcato latino, mediante il suo Ufficio sviluppo progetti li aiuta non solamente per il vivere e i bisogni di prima necessità, ma anche a progettare il futuro. Nello scorso aprile, 103 rifugiati ospitati presso la parrocchia di Madaba, hanno avuto la gioia di visitare la antica città di Jerash.

Una gita di un giorno è stata organizzata per i 103 rifugiati cristiani: viaggio, pranzo, visita guidata alla antica città di Jerash in Giordania: il sito archeologico della città greco-romana di Gerasa, detta anche Antiochia.

Le famiglie irachene hanno goduto di un tempo insieme e condiviso un buon pranzo in un ristorante locale. Erano accompagnate da padre Manhal Habash, sacerdote di Madaba che ha sottolineato come iniziative come questa ravvivino la speranza e incoraggino queste famiglie.

Questa giornata è il frutto delle iniziative umanitarie destinate ai rifugiati del Patriarcato latino di Gerusalemme che si propone di offrire a queste persone anche spazi di tempo libero, per aiutarle a riprendere coraggio dopo ciò che hanno subito in Iraq e di fronte all’incertezza del futuro. La giornata è stata resa possibile grazie a un generoso cristiano di Terra Santa.

Il Centro Notre Dame de la Paix è pioniere nel campo sociale e offre ai rifugiati un programma composto da tre corsi: inglese, informatica e ginnastica. L’obiettivo è quello di estendere, senza indugio, questo programma anche alle altre parrocchie della regione che accolgono rifugiati iracheni o che si preparano a riceverli.