Pages Menu
Categories Menu

Pubblicato il 2 Giu 2015 in Feste, Slide, Vita liturgica

Maggio, il mese di Maria

Maggio, il mese di Maria

DIOCESI – Sabato 30 maggio 2015, molte parrocchie hanno organizzato nelle varie località della Terra Santa delle processioni in onore di Maria, per la chiusura del mese di maggio a lei tradizionalmente dedicato. Molti i fedeli che hanno partecipato per recitare il rosario e cantare inni in onore di Colei che, con la sua preghiera, custodisce la Chiesa di Gerusalemme.

A Gerusalemme

Il Patriarca in persona ha celebrato la messa presso la parrocchia di San Salvatore. In una chiesa colma di fedeli, egli ha parlato di questo mese di maggio 2015 così ricco per la Chiesa locale. Maria al centro delle preghiere certamente, ma anche e soprattutto la canonizzazione di Mariam Bawardi e Maria-Alfonsina Ghattas, due donne esemplari che si sono rese disponibili alla chiamata di Dio, come la Santa Vergine il giorno della Annunciazione. Alla messa è seguita la processione, aperta dagli scout, per le vie della Città vecchia di Gerusalemme.

La statua della Vergine, sorretta da giovani ragazze, è stata circondata da ancora più cristiani di quelli presenti alla messa. Giovani e meno giovani, cantando inni, hanno ricevuto una benedizione nel cortile del Collège des Frères, una nella Co-cattedrale del Patriarcato e infine nel cortile della Custodia.

Alla fine della processione con un veloce “assalto”, in un batter d’occhio, numerose donne hanno spogliato l’ornamento di fiori della statua: piccolo ricordo delle festa della Madre per eccellenza.

A Tel Aviv

Il mese di maggio, per i cristiani, costituisce un momento privilegiato per esprimere il loro amore e la loro venerazione per la Vergine Maria. I cattolici della zona sud di Tel Aviv l’hanno fatto sabato 30 maggio.

Nella mattina , padre Michael Grospe, direttore del centro pastorale “Nostra Signora Donna di Valore”, ha celebrato la messa per la comunità srilankese. Dopo di che, la coordinatrice della comunità, suor Clarice Pereiria, ha organizzato la processione dei fedeli nel giardino attorno al Centro.

Nel pomeriggio, i fedeli della comunità filippina si sono riuniti nel parco Levinsky e da lì si sono mossi attraverso le strade attorno alla stazione centrale dei bus, per la tradizionale processione di Santa Cruzan, nel corso della quale i bimbi che hanno fatto la Prima Comunione il giorno di Pentecoste, hanno avuto un ruolo importante. Le donne della comunità che recavano diversi titoli onorifici di Maria si erano vestite con bellissimi abiti tradizionali.

A Nazareth

Nella città della Sacra Famiglia la processione coi flambeaux, organizzata tutti i sabati sera, ha avuto il suo doppio con una processione che si è snodata attorno alla Basilica della Annunciazione, domenica 31 maggio. Dopo la messa, la processione è scesa dalla parte alta della Basilica, ha percorso il “chiostro” e si è conclusa davanti alla Grotta della Annunciazione. Molti religiosi e famiglie hanno partecipato a questa bella celebrazione, colorata e fiorita grazie ai petali di fiori gettati sul percorso dai bambini, felici, venuti per pregare la Dolce Mamma.

Pierre Loup de Raucourt, con il Vicariato San Giacomo

a Gerusalemme

DSC_0205.JPGDSC_0208.JPGDSC_0210.JPGDSC_0227.JPGDSC_0231.JPGDSC_0236.JPGDSC_0242.JPGDSC_0258.JPGDSC_0279.JPGDSC_0297.JPGDSC_0331.JPGDSC_0341.JPGDSC_0353.JPGDSC_0358.JPGDSC_0370.JPGDSC_0372.JPGDSC_0380.JPGDSC_0384.JPGDSC_0386.JPGDSC_0393.JPGDSC_0403.JPGDSC_0415.JPGDSC_0420.JPGDSC_0432.JPGDSC_0441.JPGDSC_0448.JPG

a Tel Aviv

mayprocession3.jpgmayprocession1.jpgmayprocession4.jpgmayprocession5.jpg

a Nazareth

P1120912.JPGP1120915.JPGP1120934.JPGP1120960.JPGP1120961.JPGP1120965.JPGP1120966.JPGP1120969.JPGP1120973.JPGP1120977.JPGP1120982.JPGP1120984.JPGP1120992.JPGP1120995.JPGP1130006.JPG