Pages Menu
Categories Menu

Pubblicato il 23 Lug 2015 in Feste, Slide, Vita liturgica

Haifa: il Monte Carmelo celebra la sua festa

Haifa: il Monte Carmelo celebra la sua festa

HAIFA – La festa di Nostra Signora del Monte Carmelo, il 16 luglio, è molto popolare in tutta la Chiesa universale. Molto di più ad Haifa, sul Monte Carmelo, dove sono nati l’Ordine del Carmelo e la sua spiritualità.

Una tradizione, di cui nessuno ricorda l’origine locale, vuole che i francescani di Nazareth si rechino ad Haifa per animare la Messa, con l’assistenza del vescovo, mentre i Carmelitani vanno a Nazareth a presiedere la Messa dell’Assunta. Una tradizione che trova la sua ragione d’essere, probabilmente, nella contemporaneità in cui i due ordini sono stati creati: il XIII secolo.

Quest’anno a presiedere la Messa è stato p. Francesco Maria Shamiyeh, OFM, parroco di Kafr Kanna, con la concelebrazione di una decina di sacerdoti, tra cui don Bruno Varriano, OFM, Custode di Nazareth, e p. Enrique Castro, OCD, Superiore di Stella Maris. La presenza dei fedeli buona ma non straordinaria, perché ad Haifa, infatti, i fedeli preferiscono esprimere la loro devozione mariana durante la processione – incredibilmente popolare – della Madonna del Monte, che si celebra la terza Domenica di Pasqua.

P. Francesco ha sviluppato, nella sua omelia, i simboli biblici, storici ed ecclesiali della spiritualità carmelitana e quindi della Madonna del Carmelo. Simboli espressi, inoltre, sui dipinti dello stesso Santuario.

È ancora tradizione carmelitana quella di invitare tutti i sacerdoti, i religiosi e tutti i laici impegnati nella gestione del santuario e nell’animazione della festa ad una grande agape fraterna.

Celebrazione presso il monastero del Carmelo

A Haifa, la celebrazione inizia con una Messa mattutina presso il monastero delle monache carmelitane del Monte Carmelo. Messa, che quest’anno è stata celebrata dal vescovo mons. Giacinto-Boulos Marcuzzo. Riferendosi alla canonizzazione di Myriam Bawardi e alla recente pubblicazione dell’enciclica papale Laudato si’, il vescovo ha spiegato la dimensione mariana e gli aspetti ecologici (ante litteram ma reali) della spiritualità carmelitana e di santa Myriam Bawardi.

La gente del posto suole ripetere che la festa inizia dal Monte Carmelo il 16 luglio con la celebrazione della Madonna e si conclude con quella del grande profeta Elia, il 20 luglio.

Testo dal nostro inviato a Haifa. Foto A.M.

P1150869.JPGP1150874.JPGP1150885.JPGP1150888.JPGP1150889.JPGP1150893.JPGP1150903.JPGP1150907.JPGP1150919.JPG