Pages Menu
Categories Menu

Pubblicato il 26 Ago 2015 in Attualità locale, Carità, Diocesi, Politica e società, Slide, Vicari patriarcali

L’appello di padre Neuhaus per i migranti di Holot

L’appello di padre Neuhaus per i migranti di Holot

 

APPELLO – Il 25 agosto 2015, 500 eritrei e sudanesi, richiedenti asilo, sono stati rilasciati dal centro di detenzione di Holot, nel deserto del Negev, dove sono stati detenuti contro la loro volontà, e in violazione dei loro diritti fondamentali. Adesso, bisogna reintegrarli nella società, trovar loro un lavoro e un alloggio.

A Gerusalemme, il gruppo “Comunità per gli africani” si è impegnato a cercare posti di lavoro, ma questo gruppo ha bisogno dell’aiuto di altre persone o di organismi che, nella città, possano adoperarsi per trovare ai richiedenti asilo una sistemazione temporanea, per una o due settimane.

Tenendo conto degli appelli di papa Francesco – nella prospettiva dell’Anno della Misericordia che si appresta – sarebbe assai significativo se la Chiesa di Gerusalemme fosse capace di dare testimonianza, in questo contesto, aprendo le sue porte ad alcune di queste persone.

Se avete una o più camere per accogliere uno dei nostri fratelli richiedenti asilo vi preghiamo di contattare Padre David Neuhaus sj (neuhaussj@gmail.com – cellulare 054-7822843).