Pages Menu
Categories Menu

Pubblicato il 24 Nov 2015 in Attualità dal mondo, Attualità locale, Notizie della diocesi, Slide

A Betlemme una messa in memoria delle vittime del terrorismo

A Betlemme una messa in memoria delle vittime del terrorismo

BETLEMME – Domenica 22 novembre, a Betlemme nella chiesa di Santa Caterina, è stata celebrata una messa in memoria delle vittime degli attacchi terroristici in Palestina, in Libano, in Siria, in Iraq, in Francia, in Russia, nel Mali e nel mondo. La messa è stata celebrata su richiesta del presidente palestinese Mahmoud Abbas, del Comune di Betlemme, dell’Alto Comitato per gli affari ecclesiastici in Palestina e della Parrocchia latina di Betlemme.

La Messa è stata presieduta da mons. William Shomali, vicario patriarcale a Gerusalemme e per i Territori palestinesi, e concelebrata da p. Nerwan Banna, parroco di Betlemme. Erano presenti Jibrin Al-Bakri, governatore di Betlemme, Vera Baboun, sindaco della città, Alexander Rudakov, ambasciatore della Russia in Palestina, il Vice console di Francia e altri diplomatici.

Nella sua omelia, mons. Shomali ha parlato dei recenti avvenimenti a Gerusalemme e nelle altre regioni palestinesi, a Beirut, a Parigi, nel Sinai e nel Mali: “C’è quello che è stato pugnalato e quello accusato di pugnalare, ha dichiarato, chi afferra un’arma e mette fine alla vita di un altro. C’è chi prende ostaggi e chi fa esplodere un aereo. Il risultato di tutto ciò è un disastro. Abbiamo perduto la nostra umanità e i nostri valori spirituali. La mancanza di pietà è la ragione per la quale siamo confrontati e viviamo ormai nella violenza, nel terrorismo, con le demolizioni di case e la vendetta”.