Pages Menu
Categories Menu

Pubblicato il 9 Dic 2015 in Attualità del Santo Padre, Chiesa, Slide

Il Papa apre il Giubileo della Misericordia

Il Papa apre il Giubileo della Misericordia

 

ROMA – L’8 dicembre, solennità dell’Immacolata Concezione, e a cinquanta anni dalla chiusura del Concilio Vaticano II, papa Francesco ha inaugurato l’Anno Santo straordinario del Giubileo della misericordia.

Papa Francesco spinge i battenti della scultoria Porta Santa della Basilica di San Pietro, e ancor prima di varcarla e di raccogliersi in silenzio per alcuni istanti, è subito seguito dal papa emerito Benedetto XVI: questa, senza dubbio, l’immagine che più rimarrà impressa di questa cerimonia di apertura dell’Anno della Misericordia, in Vaticano.

Il Papa Francesco aveva presieduto a Piazza San Pietro la Santa Messa, mandata in onda in diretta dalle trasmissioni televisive, di fronte a decine di migliaia di fedeli, e a personalità presenti.

«Se tutto rimane confinato nel peccato, saremo le creature più disperate, mentre la promessa della vittoria dell’amore di Cristo è racchiusa tutta nella misericordia del Padre», ha detto il Santo Padre nella sua omelia. E per spiegare il significato di questo anno giubilare proposto ai credenti, dice: «è un dono di grazia (…), un anno per crescere nella convinzione di misericordia». Inoltre, aggiunge di nuovo, «abbiamo bisogno di ottenere la misericordia prima del giudizio, e in ogni caso, il giudizio di Dio sarà sempre alla luce della sua misericordia».

Papa Francesco ha voluto anche citare il 50° anniversario della chiusura del Concilio Vaticano II; un evento che non solo si dovrebbe comprendere alla luce dei documenti prodotti, ma per quello che realmente è stato: «Un incontro tra la Chiesa e gli uomini del nostro tempo. Un incontro segnato dalla forza dello Spirito che spingeva la sua Chiesa a superare gli ostacoli che durante numerosi anni l’avevano richiusa su lei stessa». È tempo per la Chiesa di trovare “con entusiasmo” lo zelo missionario, ha esortato il Papa. «Questo Giubileo, ha alla fine concluso, ci porta a questa apertura e ci obbliga a non trascurare lo spirito che è sgorgato dal Concilio Vaticano II, quella del Buon Samaritano».

Il 13 dicembre, il Papa aprirà la Porta Santa della Basilica di San Giovanni in Laterano, la cattedrale del Vescovo di Roma. Lo stesso giorno, i vescovi diocesani apriranno una porta santa nella loro chiesa cattedrale o in una chiesa molto significativa. A Gerusalemme, il patriarca latino SB mons. Fouad Twal aprirà la Porta della Misericordia nella Basilica dell’Agonia nel Getsemani, dopo di che sarà concelebrata una Messa solenne con i vescovi presenti.

Qui sono disponibili le date di apertura delle altre porte della Misericordia della Diocesi di Terra Santa.

Manuella Affejee