Pages Menu
Categories Menu

Pubblicato il 9 Dic 2015 in Diocesi, Vicari patriarcali

Nazareth: apertura del concorso biblico per tutta la Terra Santa

Nazareth: apertura del concorso biblico per tutta la Terra Santa

 

NAZARETH – Il 4 dicembre 2015 Sua Beatitudine il Patriarca latino di Gerusalemme, ha dato avvio al secondo concorso biblico inter-ecclesiale della Terra Santa, a Nazareth presso il Centro Pastorale sant’Antonio.

Il primo concorso si era svolta nel 2012-2013 e si era concluso con un pellegrinaggio a Roma e l’incontro con il Papa nel luglio 2013. Questo secondo concorso si terrà ogni venerdì sera e si concluderà il 4 aprile 2016 quando il Patriarca consegnerà la “Palma della vittoria” ai primi qualificati delle quattro categorie. I vincitori si recheranno in pellegrinaggio a Roma e Istanbul.

Il concorso è organizzato dall’Annunciation latin family’s club di Nazareth e dalla Società no profit dell’Annunciazione, sotto il patrocinio generale dell’AOCTS, in particolare: il Patriarcato Latino di Gerusalemme, il Patriarcato greco-ortodosso di Gerusalemme, la Custodia di Terra Santa, l’Arcidiocesi melkita di Akko, l’Arcidiocesi maronita di Haifa, le diocesi copte ortodosse di Gerusalemme, la diocesi anglicana di Gerusalemme, l’Ufficio delle Scuole Cattoliche in Israele, il Bible Society e la Pontificial Mission.

Quest’anno il concorso vedrà la partecipazione di giovani sia israeliani sia palestinesi. Inoltre, essendovi la novità del patrocinio anche del Patriarcato greco-ortodosso, i vincitori si recheranno a Istanbul, “la Seconda Roma”, sede del Patriarca Ecumenico.

La prima sessione di qualificazione ha avuto luogo lo scorso venerdì con i primi dieci candidati alla presenza del Patriarca mons. Fouad Twal, di mons. G.-B.Marcuzzo, del vescovo metropolita ortodosso di Nazareth, mons. Kyriakos Kyriakos, di mons. Ryah Abu-al-Assal, del prete latino Amjad Sabbara, OFM, del padre maronita Yussef Issa, p. Yussef Matta, della parrocchia melchita, del pastore anglicano Nael Abu Rahmon, del dottor Sami Al-Yussef, capo della PM, del sig. Cesar Marjieh, rappresentante del Ministero degli Interni. Tra il pubblico tanti religiosi, dirigenti scolastici, catechisti, e, naturalmente, numerose famiglie. I Pastori hanno acceso la fiaccola della Parola di Dio, coniando un bel neologismo, la fiaccola della “Bibliade” (riferendosi alle Olimpiadi).

Mary Sakran e suo marito Shadi Manassa, Rabab Zeitoun e suo marito Louaïe Zaher hanno creato un’atmosfera di festa con le loro belle canzoni. Il pastore Nael Abu Rahmon, il dottor Shadi Abu-Khadra e suor Manar Sony, di San Giuseppe, hanno ben esercitato la loro funzione di giuria. Dato che tutto è informatizzato, la parte tecnologica è stata affidata a Louaie Zaher, Shahtut Bassam e suo figlio. I coniugi Farah Fihmi e Sureida Mansour hanno ricoperto il ruolo di presentatori. La lunga preparazione della gara, l’organizzazione pratica e lo svolgimento della serata è stato fornito da un comitato ad hoc sotto la guida del sig. Nabil Totri.

Testo dal nostro inviato a Nazareth. Foto A.K. e M.S.

 

P1210656.JPGP1210657.JPGP1210664.JPGP1210665.JPGP1210668.JPGP1210676.JPGP1210682.JPGP1210690.JPGP1210696.JPGP1210707.JPGP1210713.JPGP1210715.JPGP1210721.JPGP1210728.JPGP1210683.JPGP1210722.JPGP1210723.JPG