Pages Menu
Categories Menu

Pubblicato il 29 Feb 2016 in Informarsi, Letture

Un Libro-Guida per le Vittime della Tortura

Un Libro-Guida per le Vittime della Tortura

LETTURE – La dottoressa Diddy Mymin Kahn, psicologa e specialista in traumi, e Suor Azezet Habtezghi Kidane, infermiera e consulente pastorale, hanno scritto un libro intitolato “Una guida per il recupero delle vittime della tortura”.

Le due autrici sono co-fondatrici di Kuchinate, il centro per le donne africane rifugiate che si trova a sud di Tel Aviv. Hanno lavorato insieme per molti anni in questo centro di Tel Aviv sud con i richiedenti asilo africani e sempre insieme hanno aiutato molti sopravvissuti dei campi di tortura del Sinai. Il libro è il frutto delle loro competenze professionali e della loro esperienza.

azezet_diddyWalpurga Englbrecht, il rappresentante in Israele dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, scrive nella prefazione al libro: “Durante il periodo 2009-2012, più di 41000 persone hanno attraversato il confine tra Israele ed Egitto illegalmente con il sostegno di contrabbandieri . Molti di loro sono passati attraverso il Sinai dove sono stati trattenuti in cattività fino a quando i familiari sono stati in grado di pagare il riscatto ai contrabbandieri. Durante il loro periodo di prigionia, molti sono stati esposti a varie forme di tortura e di abusi, di pestaggi, di ammanettamenti permanenti e di percosse, sono rimasti bendati per tutto il periodo di prigionia, e hanno subito anche aggressioni sessuali e stupri ripetuti. Si stima che circa 7000 persone sono state esposte a diversi livelli di atrocità nel Sinai. Molti di loro erano fuggiti alle persecuzioni nei loro paesi di origine, Eritrea e Sudan, dove erano stati esposti a molestie, maltrattamenti, torture e arresti.”

Cosi’ scrivono Dr. Mymin Khan e Sr. Azezet nel capitolo introduttivo: “Abbiamo incontrato uomini e donne molto coraggiosi, che sono sopravvissuti alle torture. Sappiamo che, mentre soffrite gli effetti della vostra esperienza, non siete in grado di fermarvi per aiutare voi stessi. Questo libro è stato scritto per voi, perché sappiamo che molte persone che soffrono gli effetti delle torture stanno solo sopravvivendo e cercando di guadagnare soldi per la loro vita. La vita è dura e la maggior parte delle persone non hanno il tempo di andare a chiedere aiuto per se stessi. Con il tempo alcune persone sono in grado di guarire, altre invece continuano a convivere con le conseguenze dei traumi subiti che li disturbano impedendo loro di andare avanti. Ci auguriamo che questo libro in qualche modo vi possa essere di aiuto per aiutare voi stessi.”

Il libro aiutera’ il lettore a rendere più reale il mondo di coloro che sono caduti vittima di crudeltà umane e a renderci tutti quanti ancor piu’ responsabili nel porre fine a queste crudeltà.

Il libro e’ scritto in Inglese e in Tigrino.

Puo’ essere acquistato presso Kuchinate e il Vicariato San Giacomo.

Vicariato San Giacomo per i cattolici de lingua ebraica in Israele