Pages Menu
Categories Menu

Pubblicato il 22 Mar 2016 in Slide, Vita liturgica

Domenica delle Palme: «Gesù, Principe della Pace, entra a Gerusalemme»

Domenica delle Palme: «Gesù, Principe della Pace, entra a Gerusalemme»

GERUSALEMME – Domenica 20 marzo 2016, la tradizionale processione della Domenica delle Palme, da Bethfagé alla chiesa di Sant’Anna, ha segnato per la Chiesa latina l’inizio della Settimana Santa.

La processione della Domenica delle Palme si è svolta quest’anno circondata da un pesante sistema di sicurezza. Tuttavia i quasi 15.000 fedeli hanno camminato in processione dalla chiesa di Bethfagé, nei pressi del Monte degli Ulivi – dove secondo la tradizione, i discepoli di Gesù avrebbero chiesto in prestito l’asinello che avrebbe condotto il Maestro a Gerusalemme – fino alla chiesa di Sant’Anna, nel centro storico: «È un’esperienza unica, è solo a Gerusalemme che si possono toccare i luoghi dove Gesù è andato e riviverli nell’istante presente nella fede. Gesù viene come Re della Pace. Osanna a lui, e pace in terra agli uomini che vengono qui, pellegrini e locali, pietre di questo bel paese vivente», ha confidato padre Giorgio Kraj, OFM e Superiore del monastero di Nicosia a Cipro al microfono del Christian Media Center.

«Benedetto colui che viene nel nome del Signore! Osanna al figlio di Davide!»

Il Patriarca mons. Fouad Twal, ha chiuso il corteo, insieme a mons. Giuseppe Lazzarotto, Nunzio Apostolico, a padre Pierbattista Pizzaballa, Custode di Terra Santa, a mons. Joseph Jules Zerey, arcivescovo melchita di Gerusalemme, a mons. William Shomali, vicario patriarcale a Gerusalemme e della Palestina, a mons. Giacinto Boulos Marcuzzo, vicario patriarcale per Israele, a padre David Neuhaus, vicario patriarcale per i cattolici di lingua ebraica e a fra’ Stéphane Milovitch, Guardiano del Convento di San Salvatore a Gerusalemme. Anche l’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme è stato rappresentato.

Si è avvertita l’assenza di alcune parrocchie latine del Patriarcato: molti cristiani hanno infatti preferito rimanere a casa per paura di attacchi che hanno segnato queste ultime settimane a Gerusalemme.

La processione si è conclusa presso il Convento di sant’Anna, nei pressi della Porta dei Leoni (o Porta di santo Stefano). Prima della benedizione finale, mons. Fouad Twal ha invitato i fedeli ad accettare la misericordia di Dio: «Il nostro corteo di oggi mette in evidenza il dono della salvezza, Gesù, Principe della Pace, entra a Gerusalemme, una città che non ha mai conosciuto la pace. Gesù ha vinto la paura con l’amore, perché “l’amore perfetto scaccia il timore”». Il Patriarca ha anche osservato che, nonostante l’attuale contesto di violenza, «è la gioia, e non la paura, che traspare da questa processione».

Al mattino, nel San Sepolcro, Fouad Twal aveva presieduto la processione della Domenica delle Palme attorno all’Edicola e alla Pietra dell’Unzione e celebrato la Messa pontificale presso l’altare di Santa Maria Maddalena. Nella sua omelia, il Patriarca ha parlato della salita a Gerusalemme di Gesù e dei suoi discepoli, cammino spirituale che i cristiani devono svolgere ancora oggi, sulle orme di Cristo nella Città Santa: «Gesù, l’Agnello immolato avanza liberamente verso il luogo del suo sacrificio. Ma il suo percorso non finisce sul Calvario. Attraverso la Sua morte e Risurrezione, Dio riconcilia l’uomo attraverso la sua passione, Gesù apre le cateratte del cielo. (…) Camminare dietro Gesù significa non cercare una città terrena, ma la città celeste, destinata a crescere nei nostri cuori, contro corrente, in mezzo a questo mondo».

Questa giornata di festa si è conclusa con l’altrettanto tradizionale sfilata dei gruppi scout dalla Porta dei Leoni alla Porta Nuova.

Thomas Charriere
Foto: Andres Bergamini e Thomas Charriere

Orari della Settimana Santa 2016

Messa nella Basilica del Santo Sepolcro :

20032016-DSC04423.jpg20032016-DSC04426.jpg20032016-DSC04434.jpgDSC_0073.jpg20032016-DSC04436.jpgDSC_0086.jpg20032016-DSC04442.jpgDSC_0110.jpgDSC_0115.jpgDSC_0120.jpgDSC_0122.jpgDSC_0127.jpg20032016-DSC04462.jpg20032016-DSC04466.jpgDSC_0152.jpg20032016-DSC04471.jpgDSC_0168.jpgDSC_0175.jpgDSC_0202.jpg20032016-DSC04484.jpgDSC_0210.jpgDSC_0216.jpg20032016-DSC04495.jpg20032016-DSC04501.jpg20032016-DSC04503.jpgDSC_0249.jpgDSC_0266.jpg20032016-DSC04526.jpg20032016-DSC04467.jpg20032016-DSC04532.jpg

Processione del pomeriggio da Bethfagé alla chiesa di Sant’Anna :

20032016-DSC04545.jpgDSC_0292-2.jpgDSC_0327.jpgDSC_0341.jpgDSC_0349.jpgDSC_0354.jpgDSC_0373.jpgDSC_0379.jpgDSC_0404.jpgDSC_0420.jpg20032016-DSC04556.jpg20032016-DSC04551.jpgDSC_0448.jpgDSC_0488.jpgDSC_0525.jpgDSC_0539.jpg20032016-DSC04565.jpg20032016-DSC04577.jpg20032016-DSC04589.jpg20032016-DSC04598.jpg20032016-DSC04606.jpgDSC_0556.jpgDSC_0573.jpg20032016-DSC04610.jpg20032016-DSC04628.jpg20032016-DSC04633.jpg20032016-DSC04654.jpg20032016-DSC04660.jpg20032016-DSC04668.jpg20032016-DSC04669.jpg20032016-DSC04675.jpg20032016-DSC04688.jpg20032016-DSC04689.jpg20032016-DSC04697.jpg20032016-DSC04708.jpg20032016-DSC04710.jpgDSC_0551.jpg20032016-DSC04744.jpg20032016-DSC04772.jpg20032016-DSC04777.jpgDSC_0041.jpgDSC_0045.jpgDSC_0581.jpgDSC_0049.jpgDSC_0057.jpgDSC_0586.jpgDSC_0641.jpgDSC_0647.jpgIMG_2526.JPGDSC_0653.jpgIMG_2495.JPGDSC_0664.jpgIMG_2540.JPGDSC_0719.jpgDSC_0720.jpgDSC_0734.jpgDSC_0756.jpgDSC_0767.jpgDSC_0772.jpgDSC_0785.jpgDSC_0060.jpgDSC_0064.jpgDSC_0801.jpgDSC_0806.jpgDSC_0819.jpg