Pages Menu
Categories Menu

Pubblicato il 6 Apr 2016 in Diocesi, Notizie della diocesi, Slide

700 giovani della diocesi di Gerusalemme alla GMG di Cracovia

700 giovani della diocesi di Gerusalemme alla GMG di Cracovia

TERRA SANTA – Su invito di papa Francesco, la 31esima Giornata Mondiale della Gioventù si svolgerà a Cracovia dal 26 luglio all’1 agosto prossimi. Vi parteciperanno numerosi giovani delle parrocchie di Terra Santa tra i quali 5 di Gaza.

Grande evento per la pastorale giovanile della diocesi di Gerusalemme se si pensa che soltanto in 30 avevano potuto partire per Rio nel luglio 2013: più di 700 giovani partiranno per Cracovia, dove si incontreranno con circa altri 2 milioni e mezzo di giovani dal mondo intero. Tra di essi un centinaio di Giordani, circa 200 Palestinesi, dei maroniti e dei melchiti della Galilea, un gruppo dalle parrocchie cattoliche ebreofone, una importante rappresentanza del Cammino neo-catecumenale che raccoglie giovani dalla Giordania, dalla Palestina, da Israele e da Cipro. La bella novità è che anche cinque giovani da Gaza potranno unirsi agli altri. Tutti partiranno dall’aeroporto di Tel Aviv grazie a permessi speciali rilasciati per l’occasione.

La GMG sarà per tutti questi giovani l’occasione per sperimentare e meglio conoscere l’universalità della Chiesa, grazie anche al tema assegnato:”Beati i misericordiosi perché otterranno misericordia” che si integra nell’Anno santo della Misericordia, come ha spiegato il Papa nel suo messaggio per questa 31esima giornata mondiale della gioventù. L’universalità della Chiesa si esprime anche attraverso l’inno della GMG, tradotto in numerose lingue tra cui  l’arabo.

Prima della partenza per questo grande pellegrinaggio attorno al Papa, sono state organizzate molte riunioni con lo scopo di preparare i giovani a questa esperienza straordinaria. Queste riunioni consentiranno anche di preparare i libretti culturali e spirituali, tra cui quello dei canti, che accompagneranno i giovani lungo le due settimane in Polonia. Il gruppo del Patriarcato latino arriverà in effetti una settimana prima del Papa. I giovani alloggeranno in una diocesi vicina a Varsavia dove vivranno una settimana di missione rispondendo i tal modo alla sollecitazione di papa Francesco: “la Chiesa ritrovi il senso della missione che il Signore le ha affidato il giorno di Pasqua: essere segno e strumento della misericordia del Padre”. Questa prima settimana sarà anche un tempo di scoperta culturale e di incontro con famiglie di cristiani polacchi.

La GMG sarà anche per i giovani di Terra Santa una bella opportunità per incontrare i giovani cristiani del mondo intero e confrontarsi con essi sui modi di vivere la fede.

Calixte des Lauriers