Pages Menu
Categories Menu

Pubblicato il 30 Mag 2016 in Diocesi, Notizie della diocesi, Slide, Vita liturgica

Una liturgia “completa” ad Ain Arik con il vescovo Shomali.

Una liturgia “completa” ad Ain Arik con il vescovo Shomali.

 

AIN ARIK – Grande festa nella parrocchia latina di Ain Arik dove Mons. Shomali ha presieduto la messa domenicale il 29 de Maggio: una bambina ha ricevuto il battesimo, tre bambini la prima comunione e sei la cresima.

Una liturgia completa!” ha detto il vescovo William Shomali, vicario patriarcale per la Palestina, all’inizio della celebrazione: “In questa eucarestia dove ricordiamo il mistero pasquale, amministriamo anche i tre sacramenti più importanti per ogni cristiano: il battesimo, la comunione e la cresima. E’ un dono grande!”.

La chiesa era gremita di fedeli, come nelle grandi occasioni. Celebrazioni allargate dei sacramenti avvengo solo una volta ogni due anni ad Ain Arik, perchè la comunità latina è piccola. Si nota subito però la grande cura con la quale la liturgia è preparata e vissuta dai parrocchiani e specialmente dai ragazzi.

Benedetto, uno dei fratelli della Piccola Famiglia dell’Annunziata che segue questa parrocchia da tanti anni, racconta che questo amore per la liturgia è sbocciato da non tanto tempo: “Il motore è il gruppo giovani, molto attivo, che settimanalmente si ritrova per preparare la messa, il servizio all’altare, le letture bibliche. Grazie allo zoccolo duro costituito soprattutto da alcune ragazze, questo lavoro sulla liturgia sta continuando da tempo e sta dando bellissimi frutti. Anche noi fratelli e sorelle siamo molto edificati e aiutati”.

Il vescovo William nella sua calorosa omelia, ha dialogato con i bambini per riscoprire con loro, a partire dai testi biblici, quali sono i doni dello Spirito Santo e la vita nuova di coloro che si accostano alla santa comunione.

Alla fine della celebrazione il clima di festa è continuato davanti alla Chiesa con lo scambio di auguri. Poi il parroco p. Giovanni Cinti, chiamato da tutti abouna Hanna, ha invitato il vescovo Shomali, i due seminaristi di Beit Jala, alcuni ospiti venuti da Gerusalemme e i ragazzi protagonisti della preparazione ai sacramenti ad un pranzo comune a casa delle sorelle. Sei di questi ragazzi andranno alla GMG in Polonia quest’estate.

Articolo e foto di Andres Bergamini

29052016-DSC05916.jpg29052016-DSC05942.jpg29052016-DSC05943.jpg29052016-DSC05953.jpg29052016-DSC05968.jpg29052016-DSC05989.jpg29052016-DSC05998.jpg29052016-DSC06011.jpg29052016-DSC06017.jpg29052016-DSC06032.jpg29052016-DSC06035.jpg29052016-DSC06046.jpg29052016-DSC06057.jpg29052016-DSC06062.jpg29052016-DSC06076.jpg29052016-DSC06083.jpg29052016-DSC06094.jpg29052016-DSC06105.jpg29052016-DSC06109.jpg29052016-DSC06113.jpg29052016-DSC06118.jpg29052016-DSC06149.jpg29052016-DSC06150.jpg29052016-DSC06160.jpg