Pages Menu
Categories Menu

Pubblicato il 30 Ago 2016 in Chiesa, Feste, Sante Mariam e Marie Alphonsine, Slide, Vita liturgica

Mons. Shomali : « Santa Mariam Baouardy è nota per la sua umiltà, l’onestà, l’amore e l’obbedienza allo Spirito Santo »

Mons. Shomali : « Santa Mariam Baouardy è nota per la sua umiltà, l’onestà, l’amore e l’obbedienza allo Spirito Santo »

 

BETLEMME – Venerdì 26 agosto 2016, nel Carmelo di Betlemme, è stata celebrata una messa solenne, in occasione della festa di santa Mariam Baouardy conosciuta anche come Maria di Gesù Crocifisso.

La Messa è stata presieduta da mons. William Shomali, Vicario patriarcale per Gerusalemme e la Palestina, e concelebrata da Sua Eccellenza Giuseppe Lazzarotto, Nunzio in Israele e Delegato Apostolico a Gerusalemme e in Palestina. Al loro fianco c’erano anche mons. Antonio Franco e molti sacerdoti, attorniati da una gran folla di fedeli e religiosi, tra i quali anche i seminaristi del Patriarcato latino.

Nella sua omelia, mons. Shomali ha ricordato come «i santi possono essere descritti come pietre viventi che rimangono con noi e che emanano la luce di Gesù. Sono esempi viventi per le nostre parrocchie. Vivono per noi e sono un esempio per tutti noi. Senza di loro, la nostra vita sarebbe più difficile».

Il Vicario patriarcale ha proseguito ribadendo come santa Mariam Baouardy faccia da esempio per i fedeli della Chiesa universale: «Santa Mariam è noto per la sua umiltà, l’onestà, l’amore e l’obbedienza allo Spirito Santo». Facendo riferimento alla sua umiltà, ha evidenziato: «La nostra santa è cresciuta senza soldi, senza istruzione e senza bellezza terrena. Non era istruita e anche il suo livello di arabo era basso. Tuttavia, aveva grandi qualità spirituali che hanno fatto di lei una persona unica. Non era una persona forte, ma con la forza della sua preghiera ha cambiato il mondo. Non era né scienziata né dottoressa, ma la sua obbedienza allo Spirito Santo le ha permesso di fondare due monasteri di monache carmelitane».

E il vescovo ha concluso: «Dobbiamo chiedere l’intercessione e l’aiuto di santa Mariam Baouardy a Betlemme in modo che rimanga una città di pace e fratellanza con le sue componenti religiose e politiche».

Dopo la Messa, tutti sono stati invitati ad un rinfresco segnato da un momento di fratellanza e gioia.

Santa Mariam Baouardy è stato beatificata da Giovanni Paolo II nel 1983 e canonizzata con santa Marie Alphonsine Ghattas il 17 maggio 2015 a Roma. Lei è la fondatrice del Carmelo di Betlemme e di un altro Carmelo a Mangalore, in India.

DSC_0073.jpgDSC_0077.jpgDSC_0079.jpgDSC_0080.jpgDSC_0081.jpgDSC_0082.jpgDSC_0083.jpgDSC_0084.jpgDSC_0085.jpgDSC_0086.jpgDSC_0090.jpgDSC_0105.jpgDSC_0106.jpgDSC_0111.jpgDSC_0114.jpgDSC_0124.jpgDSC_0133.jpg