Pages Menu
Categories Menu

Pubblicato il 31 Ott 2016 in Feste, Vita liturgica

Bruxelles festeggia la Madonna della Palestina

Bruxelles festeggia la Madonna della Palestina

 

BRUXELLES – 15 ottobre 2016, la Luogotenenza del Belgio a Bruxelles celebra la Madonna della Palestina, alla presenza del vescovo di Gerusalemme, mons. William Shomali e dell’Amministratore Generale del Patriarcato latino di Gerusalemme, don Imad Twal.

La celebrazione della Madonna della Palestina è stata l’occasione per festeggiare e ringraziare del dono dei 35 anni di matrimonio di Nathalie e Bertrand de Ferriers, Cavalieri del Santo Sepolcro.

Durante la sua omelia, il Gran Priore della Luogotenenza, mons. Jean Kockerols ha annunciato che la città di «Gerusalemme, nel suo insieme, è il simbolo della speranza per i cristiani, come di Israele. E che a portare questa speranza è la Chiesa di oggi». Prosegue e conclude dicendo che «la Chiesa, seguendo Maria, testimonia la speranza degli uomini. Lei si è fidata delle promesse di Dio. Ci insegna a vedere oltre il visibile. Si affida tutta a Dio. Perché lei sa che lui, il Salvatore degli uomini, fa nuove tutte le cose».

Il viaggio in Belgio è stata l’occasione per mons. Shomali, vicario a Gerusalemme e Palestina, di tenere una conferenza sul futuro della presenza cristiana in Terra Santa. Ha detto: «È certo che la presenza dei cristiani in Terra Santa dipende anche dal destino dei loro fratelli e sorelle nei paesi arabi vicini». Oggi, i cristiani palestinesi rappresentano meno del 2% della popolazione di Israele e Palestine. Egli ha aggiunto che «il futuro della comunità cristiana dipende da diversi fattori». Fattori interni che riguardano gli stessi cristiani come l’educazione alla fede, la solidarietà e la comunione tra i cristiani. Vanno superate le divisioni tra i cristiani, è necessaria l’apertura verso l’Islam e l’ebraismo così come il supporto dell’ordine del Santo Sepolcro. Per quanto riguarda i fattori esterni si tratta della pace e della solidarietà, della libertà religiosa e di quella di coscienza, la radicalizzazione dell’Islam e l’intrusione dell’Occidente negli affari del Medio Oriente. Ha concluso che «Il futuro dei cristiani arabi in Medio Oriente si tinge di incertezza».

Anche padre Human Khzouz e padre Shawqi Baterian erano presenti a Bruxelles per tutte le celebrazioni.

In Terra Santa, la festa della Madonna della Palestina sarà invece celebrata a Deir Rafat presso il convento delle suore di Betlemme, domenica 30 ottobre 2016.

Vivien Laguette

20161014_120425_resized_1.jpgMgr%20Shomali%204.jpgMgr%20Shomali%203.jpgMgr%20Shomali%202.jpgMgr%20Shomali%201.jpg20161014_115116_resized.jpg20161014_120514_resized_1.jpg